aaa.jpg

Bill Gates Ice bucket Challenge

Il fenomeno della comunicazione sociale virale non è prevedibile e richiede la partecipazione di moltissimi elementi esterni; tuttavia, la fenomelogia legata all'immdediatezza e al contenuto dei messaggi fa la differenza tra una comunicazione e un'altra.
La più nota resta senza ombra di dubbio quella promossa da ALS per promuovere la conoscenza della sclerosi laterale amyotrofica; si trattò allora di una sfida lanciata quasi per caso dai due fondatori della ALS, e che consisteva nel versarsi un secchio d’acqua sulla testa, per poi nominare alti sfidanti a fare lo stesso nelle 24 ore successive.

Banca delle utilità

Banca delle utilità è il nome che abbiamo scelto per indicare gli strumenti che ASVIN mette a disposizone dei propri soci. Una sorta di magazzino dove sono contenuti gli strumenti web che l'associazione cede gratuitamente agli iscritti per essere presenti sul web ed esserlo anche in modo preponderande.
La scelta di utilizzare il classico sito web come prevalente ai social network dipende dall'interesse che hanno i visitatori verso uno strumento social e uno non. 
Paradossalmente chi visita un sito web è molto più interessato ad un messaggio sociale rispetto ad un social nework.

Mssaggio Immediato

Cosa ci siamo persi? Nell'era della comunicazione digitale possiamo ancora sottendere ad alcune normative limitanti nel campo della pubblica sicurezza? Purtroppo si! 
Non è una mancanza del sistema ma un'eccesso di cautela a rendere macchinosi i mezzi di comunicazione in caso di necessità.
Prima per tutti l'attendibilità della notizia e la giusta azione del diffondere un messaggio che, deve essere VERO, IMPORTANTE e IMMEDIATO.
Lo scopo di ASVIN è verificare sempre il messaggio sociale prima di inviarlo e darne quindi una certificazione di autenticità.

Il pericolo dei social newtwork

Altro che l’idraulico o la segreteria, il bagnino o la hostess, oggi il vero pericolo per la coppia sono i social network. È quanto emerge da uno studio promosso da Found, società di digital Pr e digital marketing communication, che ha coinvolto 260 esperti tra sessuologi, sociologi, consulenti di coppia, ma anche avvocati. Gli esperti hanno analizzato le relazioni personali e le cause di litigio all’interno di coppie e di gruppi di amici che utilizzano abitualmente i più conosciuti social network della rete. Dallo studio emerge che i social network allontanano i partner (53%), moltiplicano le ’occasioni' di tradimento (41%), ma soprattutto creano sfiducia e sospetto (36%)